fbpx

Torna a Lecce il Salento Rainbow Film Fest

Pubblicato da arcigaysalento il

Quinta edizione del Salento Rainbow Film Fest "It's a Revolution!"

Da giovedì 28 a sabato 30 marzo torna a Lecce il Salento Rainbow Film Fest. La quinta edizione del festival di cinema arcobaleno abiterà gli spazi del CineLab “Giuseppe Bertolucci”. La rassegna è organizzata in collaborazione con
l’associazione LeA – Liberamente e Apertamente ed è realizzata da Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, con il sostegno delle Manifatture Knos.

Il Salento Rainbow Film Fest è il primo festival di cinema a tematica LGBTQI* del Salento, nato nel 2014 negli spazi delle Manifatture Knos di Lecce. Non è solo una rassegna cinematografica, ma un progetto aperto, fatto di relazioni umane, riflessioni e confronti sociali, volti a una maggiore inclusione delle diverse realtà e culture, attraverso differenti linguaggi ed adatto a tutti i tipi di pubblico: uno spazio dove la diversità non è sinonimo di pericolo bensì di arricchimento reciproco. Proiezioni di film, documentari, cortometraggi e web serie fanno da cornice al dialogo costruttivo con il pubblico, all’approfondimento di tematiche del mondo LGBTI. (Unioni civili, matrimoni egualitari, adozioni, contrasto all’omofobia e alla transfobia)

Il claim scelto per questa edizione “It’s a Revolution!” è un omaggio alle parole pronunciate nel 1969 da Sylvia Rivera, attivista transgender, che con questo grido aprì i Moti di Stonewall. L’episodio prende il nome dallo Stonewall Inn, il locale gay newyorkese che tutte le sere veniva assediato dalla polizia fino alla sera di quel 29 giugno: per la prima volta gay, lesbiche, transgender, travestiti e drag queen si ribellarono alle repressioni. Quella notte nacque il primo Gay Pride e le prime lotte per i diritti LGBT*.
50 anni dopo il Salento Rainbow Film Fest rende omaggio alle persone di Stonewall e vuole essere un’occasione per scaturire nuove riflessioni, incontrarsi, scambiare energie e sentirsi uniti, in tempi in cui nuovi fascismi e oppressioni avanzano. È uno sprono alla ribellione, all’empatia, all’unione e alla lotta per la tutela delle libertà di ognuno.

Guarda il programma delle giornate: