Petizione contro il Congresso Mondiale delle Famiglie

Pubblicato da arcigaysalento il

Petizione All Out contro il congresso Mondiale delle Famiglie

Arcigay, insieme a tante altre realtà LGBTI+ e non solo, e in collaborazione con ALL OUT, ha realizzato una petizione per il ritiro dei patrocini istituzionali al Congresso mondiale delle famiglie di Verona.

Dal 29 al 31 marzo 2019 infatti, Verona sarà invasa da omofobi, conservatori, bigotti e integralisti. Non c’è un modo migliore per descrivere l’evento in programma. Il Congresso mondiale delle famiglie è uno dei più potenti gruppi del mondo contro l’autonomia riproduttiva delle donne e i diritti delle persone LGBTI+ e delle famiglie arcobaleno. È stato persino definito “gruppo d’odio” dalle maggiori associazioni che si battono per i diritti umani.

Ristabilire l’Ordine Naturale: un’Agenda per l’Europa.

Questa strategia estremista nasce nel 2013 con il blog Agenda Europe. Lo stesso anno nasce anche il manifesto della rete, un concentrato di arretratezza e bigottismo, dai chiari lineamenti misogini e omofobi. Il manifesto critica l’approvazione delle leggi a favore dei diritti umani. Ha lo scopo di “offrire una visione coerente della vita e delle questioni familiari. […] per ripristinare un ordine giuridico coerente con la dignità umana e la legge naturale”. Non si basa su un credo religioso, viene specificato, “ma sulla legge naturale, che l’uomo può comprendere, ma non alterare.

Attualmente, il Governo si trova in una situazione di notevole caos interno in merito e c’è una notevole conflittualità tra il M5S e la Lega. Il 12 marzo è stato chiarito da Palazzo Chigi che l’evento non avrà il Patrocinio diretto del Presidente del consiglio. Permane tuttavia il logo in quanto, essendo il ministero della Famiglia un dicastero senza portafoglio, il ministro Fontana può utilizzare il simbolo. L’ennesima ambiguità, caratteristica oramai conclamata di questo governo giallo-verde. Questo caos è però già indice di come il Governo è costretto a rispondere all’opinione pubblica. È utile mantenere alta l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica sul tema.

Invitiamo a sostenere la petizione e a diffonderla sui tutti i social. L’obiettivo della petizione è chiedere il ritiro di tutti i patrocini istituzionali (tra cui il patrocinio del Ministero della Famiglia e della Disabilità, della Regione Veneto e della Provincia di Verona) a questa conferenza. Trovate di seguito il link alla petizione sul sito All Out:

Il Congresso mondiale delle famiglie è contro l'autonomia riproduttiva delle donne e i diritti delle persone LGBTI+ e…

Pubblicato da Arcigay su Mercoledì 13 marzo 2019

5 commenti

Non Una di Meno contro il Congresso Mondiale delle Famiglie • Arcigay Salento · 17 Marzo 2019 alle 16:09

[…] di Meno, rete femminista estesa su tutto il territorio italiano, si schiera apertamente contro il Congresso Mondiale delle Famiglie di […]

Verona, società civile contro il Congresso delle Famiglie • Arcigay Salento · 25 Marzo 2019 alle 0:51

[…] occasione del Congresso delle Famiglie si svolgeranno a Verona moltissime iniziative organizzate da diversi attori della società civile. […]

Anche Lecce contro il Congresso delle Famiglie • Arcigay Salento · 29 Marzo 2019 alle 17:58

[…] averne discusso a lungo, è arrivato infine il weekend del Congresso Mondiale delle Famiglie di Verona, ma Lecce non rimarrà con le mani in mano. La Casa Delle Donne di Lecce ha infatti organizzato un […]

Verona, 20 mila manifestanti al corteo • Arcigay Salento · 1 Aprile 2019 alle 0:10

[…] le stime delle forze dell’ordine, si sono riversate nelle strade della città di Verona contro il Congresso Mondiale delle Famiglie. Almeno il doppio secondo gli organizzatori. Il corteo organizzato da Non Una Di Meno con il […]

Patrizia Del Giudice plaude al Congresso delle Famiglie • Arcigay Salento · 5 Aprile 2019 alle 11:06

[…] passata quasi una settimana dalla fine del retrogrado Congresso Mondiale delle Famiglie di Verona, eppure le polemiche sembrano non voler terminare. Questa volta responsabile dello […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *